Seleziona una pagina

Stock minimo e massimo: cosa sono?

La gestione delle scorte in un business al dettaglio è uno dei processi più importanti da prendere in considerazione. In questo senso, le variabili di stock minimo e massimo giocano un ruolo essenziale nel corretto flusso di acquisto e vendita.

Non volete lasciare un cliente insoddisfatto perché non avete il prodotto che sta cercando. Pertanto, il controllo quotidiano delle scorte è un compito molto importante da non trascurare, allo scopo di anticipare la domanda.

In questo articolo vi diciamo cosa sono le scorte minime e massime, e perché questi concetti sono così importanti per il vostro business.

Cos’è lo stock minimo?

Lo stock minimo, noto anche come stock di sicurezza, è la quantità minima di unità che un’azienda ha a disposizione per soddisfare la domanda in qualsiasi momento.

Gliesperti raccomandano di effettuare nuovi ordini ai fornitori prima che il nostro magazzino raggiunga questo stock minimo. Anche se è possibile soddisfare la domanda “regolare”, ci sono molte occasioni in cui non è sufficiente.

Per calcolare lo stock minimo richiesto nella tua azienda, è necessario analizzare la domanda su un lungo periodo di tempo e definire come si comporta nei diversi mesi dell’anno e anche in momenti specifici come il Natale o l’estate.

Cos’è lo stock massimo?

Lo stock massimo si riferisce alla quantità massima di articoli che la vostra azienda può tenere in magazzino.

In linea di principio, avere uno stock massimo può sembrare un grande vantaggio. Tuttavia,avere il tuo magazzino a piena capacità, non collegato alle vendite reali, può portare a numerosi problemi.

Il deterioramento delle merci, le rotture e le perdite dovute al sovraffollamento sono solo alcune delle difficoltà da affrontare.

Potete anche leggere  Cos'è un fornitore?

Così, le perdite per la vostra azienda saranno significative perché avrete pagato per una quantità di merci che non vendete. Non solo non otterrete il profitto previsto, ma non riavrete nemmeno il vostro investimento.

Ma non fraintendetemi, avere una scorta massima non è una brutta cosa. A condizione che sia in accordo con la reale capacità di stoccaggio della vostra azienda, e anche a seconda delle caratteristiche del prodotto e della sua durata di conservazione.

Fattori da prendere in considerazione per calcolare le scorte massime e minime del vostro inventario

In tutto l’articolo abbiamo menzionato alcune delle variabili da considerare a questo proposito. Tuttavia, per avere un’idea più chiara, vi diremo ora quali sono gli elementi che dovreste prendere in considerazione.

Costi di stoccaggio: elettricità, affitto, personale, ecc.

Domanda di articoli in tempi diversi. Noterete che ci sono periodi in cui è necessario avere uno stock massimo di prodotti disponibili (durante i saldi o in momenti di grande richiesta come il Natale).

Contratti e condizioni con i fornitori.

Tra gli altri aspetti che non dovete dimenticare quando calcolate lo stock massimo e minimo nel vostro magazzino, speriamo di avervi aiutato!


Artículos Relacionados

Beatriz Ruiz

Redacción de Contenidos y consultoría SEO en el Departamento de Marketing. Formación en Digital Business, Marketing, Publicidad y Diseño, con una visión global dentro del sector tienda online y todo lo que conlleva un negocio en Internet.

© 2019 Copyright IDX Innovadeluxe. Tutti i diritti riservati. Il marchio InnovaCommerce è di proprietà di Innovadeluxe Diseño y Desarrollo Web, S.L.. Qualsiasi altro marchio nominato su questo sito web è di proprietà esclusiva del rispettivo proprietario ed è nominato da Innovadeluxe solo a scopo informativo.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere informato sulle novità e le offerte di InnovaCommerce, riceverai anche informazioni gratuite sui consigli di marketing per aumentare le vendite della tua attività.



Ti sei iscritto con successo